Ciao Lucio!

Oggi, mentre mi trovavo nel giardino della Casa Internazionale delle Donne dove una volta alla settimana ho lo studio per le sessioni di Coaching, durante la pausa pranzo, ho sentito alcune persone annunciare e commentare la tua morte. Sono rimasta senza parole.

2 anni fa, di questi tempi, eravamo insieme all’Auditorium della Conciliazione per la serata di presentazione della FIRE – Fondazione Italiana Ricerca in Epatologia. Ti ricordi? La serata si intitolava Liver & Friends. Io avevo lavorato mesi per organizzarla, allora ero Direttore Operativo della FIRE. Mi ricordo che in quei mesi ti ho rincorso prima al telefono e poi, dopo la nostra seconda chiacchierata telefonica, ti ho detto “OK. Vengo a parlarti di persona a Bologna”. Questa frase, e il fatto che io sia venuta veramente 2 giorni dopo nel tuo ufficio, ti ha convinto. Ti ero stata presentata da un caro amico comune ma…dovevo dimostrarti qualcosa. Dovevo dimostrarti che facevo sul serio e che non ero una delle tante che chiedeva qualcosa senza mettere niente sul piatto!

Mi ricordo che dietro il tuo tavolo così grande, tu, così piccolo…ti sei dimostrato un gigante: accogliente, semplice, con un pensiero creativo sconfinato e …mi permetto di dire anche affettuoso!

Sono tornata un’altra volta a trovarti e tutto il resto ce lo siamo detto nei mesi seguenti al telefono fino a quando  è arrivato il momento della serata dove ti sei esibito con le tue più belle canzoni e hai fatto una cosa davvero straordinaria, esibendoti accompagnato dai Solisti Veneti diretti da Claudio Scimone regalando agli spettatori presenti un momento di arte, musica e poesia messe insieme. Una vera magia. La stessa magia che  ti trasformava in un altro ogni volta che salivi sul palco…la stessa magia che hai saputo creare ed esprimere negli anni con parole e note che hanno toccato il cuore a tanti.

E’ stato davvero un onore per me conoscerti e poter imparare qualcosa anche da te.

Grazie Lucio…piccolo gigante…ovunque tu sia andato…continua a essere…magia.

Grazie

Emanuela

Annunci

Informazioni su emanuelamazza

Emanuela Mazza, mamma di 4 figli. NLP Trainer certificata dalla NLP University Santa Cruz da Robert Dilts e NLP Coach certificato dalla Society of NLP si è formata con il co-fondatore della PNL: Richard Bandler, e con formatori di fama internazionale tra cui: John La Valle, Anthony Robbins, Owen Fitzpatrick, Philip Holt, Robert Dilts e Judith De Lozier. Autrice del libro autobiografico Quando ti svegli. Storia di un trapianto di fegato (Armando Editore). Ha un’esperienza pluriennale in diversi settori della comunicazione: radio, carta stampata, pubblicità , produzione di audiovisivi , dove si è occupata di gestione e coordinamento di progetti di comunicazione a 360 gradi in Agenzie di Pubblicità Internazionali, in RAI, Publitalia e Mediaset. Presidente dell’Associazione Amici del Trapianto di Fegato. Ha ricoperto un ruolo direttivo e organizzativo nello startup della FIRE Fondazione Italiana per la Ricerca in Epatologia è responsabile del Centro Studi sulla Comunicazione Medico-Paziente di Extraordinary. È docente in corsi per medici sulla comunicazione efficace all’Università Cattolica del Sacro Cuore, Facoltà di Medicina e Chirurgia, al Centro Nazionale Trapianti e in corsi di formazione per insegnanti con l’Assessorato alle Politiche Educative del Comune di Roma. Coach agli Stage del Tour Music Fest presso il C.E.T. Centro Europeo Toscolano di Mogol.
Questa voce è stata pubblicata in Emanuela Mazza e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...