La vera destinazione è il viaggio

Image

Ieri è stata una giornata davvero importante. 5 aprile 2012. Una conferenza stampa per annunciare una campagna di informazione sul consumo di alcol e di sensibilizzazione sulla donazione degli organi rivolta ai giovani, realizzata con l’Associazione Amici del Trapianto di Fegato della quale sono Presidente, in collaborazione con il Tour Music Fest.

Chi mi frequenta nella vita reale e anche coloro che mi “frequentano  nel web” probabilmente sanno già qualcosa di questa campagna: UBRIÀCATI DI VITA è quello che in “pubblicitese” si chiama Head/Titolo  e siccome il target è I GIOVANI abbiamo deciso di rivolgerci a loro in un linguaggio che gli appartiene: la musica. Anzi, nella realtà saranno loro a rivolgersi a noi perché avranno la possibilità di scrivere una canzone per la vita: tema, la donazione e trapianto di organi, partecipando al contest musicale SONG 4 LIFE. Questa è la notizia, questo è quello che ieri pomeriggio e ieri sera è uscito sulle principali agenzie giornalistiche. E questo è stato sicuramente un grande successo. Così come avere lì presenti molte radio e molte TV. Così come aver potuto presentare in diretta la messa on line del sito www.song4life.it. Così come aver avuto l’onore di avere come moderatrice Carla Massi, nota firma del Messaggero, e come relatori il Direttore del Centro Nazionale Trapianti, Alessandro Nanni Costa, Antonio Gasbarrini, Presidente FIRE – Fondazione Italiana Ricerca in Epatologia che ha patrocinato la campagna, e Gianluca Musso, Direttore del Tour Music Fest. Comunicazione, musica, Epatologia, Donazione e Trapianti. Tutti allo stesso tavolo! E, di fronte a noi, in prima fila, solo perché un tavolo da 10 era complicato (e sarebbe andato fuori dalle regole dei manuali su come fare bene una conferenza stampa) i VELVET, nota band romana, Andrea Di Giovanni, giovane diciassettenne, autore e interprete di CREDICI, la canzone-colonna sonora della campagna musicata dai VELVET, e Vincenzo Passarelli, Presidente dell’AIDO – Associazione Italiana Donatori di Organi, Tessuti e Cellule.

Un mix vincente! E sapete perché? Perché fuori dagli schemi prettamente istituzionali; e se è stato bello vederli e ascoltarli tutti lì, insieme nel meraviglioso scenario della Torretta Valadier a Ponte Milvio, è stato ancora più bello metterli insieme in questi mesi…respirando la loro curiosità, entusiasmo, coinvolgimento nell’uscire ognuno dalla propria zona di comfort e mettendo a disposizione la loro competenza per fare la loro parte. Ognuno ha suonato il suo strumento ma alla fine il risultato è stato un coro straordinariamente armonico.

Nel mio lavoro di coach ho imparato quanto sia importante valorizzare, potenziare e ottimizzare le potenzialità e le competenze di ciascuno. Ed è successo proprio questo! In questi mesi è stato come preparare una torta, andando a cercare gli ingredienti migliori, metterli insieme e renderli una cosa che insieme è torta e non più ingredienti separati.

Ieri, alla conferenza stampa, tutti gli interventi (non 3 o 4 come la regola prescrive ma 4 dal tavolo e 3 dalla platea!) hanno avuto il loro perché, nessuno è stato la replica dell’altro, ognuno era ed è tuttora un pezzo del puzzle.  Ancora una volta fare cose diverse ha portato risultati diversi: per esempio, un intervento di Alessandro Nanni Costa  “così bello, così appassionato, così di pancia” come lo commentato la stessa moderatrice Carla Massi. E, in generale, ha portato un’energia diversa.

Ieri è stato un traguardo e un risultato davvero importante e certamente l’inizio di una nuova sfida per tutto quello che accadrà da qui fino a tutta la durata della campagna. E, un grande risultato è stato per me andare a cercare questi ingredienti, questi pezzi di puzzle, scoprire il loro mondo, valorizzare le potenzialità più giuste per questo progetto e metterle insieme. Un viaggio davvero meraviglioso grazie al quale ho potuto conoscere nuove persone straordinarie con cui ho condiviso una buona parte di questa avventura in questi mesi, scoprire cose nuove di persone che conoscevo già . Imparare anche dagli scazzi, chiedermi dov’era la mia parte di responsabilità, correggere il tiro e andare avanti. Apprezzare e addirittura trasformare le diversità e le frizioni in qualcosa di funzionale. Trovare momenti di connessione e condivisione profondi con chi è distante da me, per età o cultura o modo di concepire la vita e trarne   una crescita reciproca, comprendere le fasi diverse delle persone e farle sentire comunque accolte, per chi sono e come sono e non per quello che fanno o non fanno. A prescindere. Produrre, vedere prodotto e esponenzialmente moltiplicato l’effetto che Lev Tolstoj descrive nella frase “Come una candela ne accende un’altra e così si trovano accese migliaia di candele, così un cuore ne accende un altro e si accendono migliaia di cuori” (che avevo scelto a dicembre scorso per la targa a Giampaolo Letta).

Questo è quello che è successo. Questo è lo straordinario scenario a cui ho assistito in questi mesi . E se SUCCESSO sta per participio passato del verbo SUCCEDERE…allora SÌ… ieri è stato certamente un grande successo reso possibile  dal SUCCESSO di questi mesi che rende ancora più vera la frase che Robert Dilts aveva su una maglietta quest’estate a Santa Cruz: davanti un delfino e dietro la scritta “La vera destinazione è il viaggio”.

E tu? Pur tenendo vivo e acceso il focus sull’obiettivo, sulla destinazione, riesci a goderti anche il viaggio? Provaci . Potrebbe piacerti!

🙂  Emanuela

Annunci

Informazioni su emanuelamazza

Emanuela Mazza, mamma di 4 figli. NLP Trainer certificata dalla NLP University Santa Cruz da Robert Dilts e NLP Coach certificato dalla Society of NLP si è formata con il co-fondatore della PNL: Richard Bandler, e con formatori di fama internazionale tra cui: John La Valle, Anthony Robbins, Owen Fitzpatrick, Philip Holt, Robert Dilts e Judith De Lozier. Autrice del libro autobiografico Quando ti svegli. Storia di un trapianto di fegato (Armando Editore). Ha un’esperienza pluriennale in diversi settori della comunicazione: radio, carta stampata, pubblicità , produzione di audiovisivi , dove si è occupata di gestione e coordinamento di progetti di comunicazione a 360 gradi in Agenzie di Pubblicità Internazionali, in RAI, Publitalia e Mediaset. Presidente dell’Associazione Amici del Trapianto di Fegato. Ha ricoperto un ruolo direttivo e organizzativo nello startup della FIRE Fondazione Italiana per la Ricerca in Epatologia è responsabile del Centro Studi sulla Comunicazione Medico-Paziente di Extraordinary. È docente in corsi per medici sulla comunicazione efficace all’Università Cattolica del Sacro Cuore, Facoltà di Medicina e Chirurgia, al Centro Nazionale Trapianti e in corsi di formazione per insegnanti con l’Assessorato alle Politiche Educative del Comune di Roma. Coach agli Stage del Tour Music Fest presso il C.E.T. Centro Europeo Toscolano di Mogol.
Questa voce è stata pubblicata in Donazione e Trapianto di Organi, Emanuela Mazza e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...