Buoni si nasce… cattivi si diventa!

Buoni si nasce_cattivi si diventa

Negli ultimi tempi ho avuto modo di osservare alcuni cambiamenti nelle mie reazioni. Alcuni li ho notati io, altri me li hanno fatti notare amici che mi conoscono da un po’ di tempo.

Sarà che sto invecchiando, fra poco più di un mese compirò 45 anni (a me piace pensare che sto solo crescendo o ancora maturando!), e quindi ho allentato quei freni inibitori che mi facevano mandare giù anche rospi che mi disturbavano.

In effetti ora i rospi non li mando giù, e dico quello che penso e/o scelgo di allontanarmi da situazioni o persone con le quali non mi sento allineata, nei comportamenti, nei valori…

Qualcuno dei miei amici sorridendo mi ha dato il suo feedback sul mio essere molto più esplicita nell’esprimere ciò che non mi va bene, quando non mi va bene.  In termini più precisi… da una parte forse con la maturità sono diventata effettivamente meno tollerante o semplicemente ho imparato a settare i miei standard, dall’altra esplicito molto più di prima il mio sentire.

Quindi… la buonina, sempre accomodante, accondiscendente Emanuela ha fatto emergere quel po’ di rosso, parlando in termini di Dinamiche a Spirale, che fino a qualche anno fa risultava totalmente assente o, meglio, represso. Quel rosso che mi permette di incazzarmi, di scegliere con chi condividere esperienze e da chi o cosa affrancarmi. Un po’ come nel film Il mio amico Eric  di Ken Loach quando  il calciatore Eric Cantona, nel ruolo di coach, allena un uomo schiacciato da problemi, angosce e rimorsi a dire/urlare NO! NO! NO! per  imparare e smettere di dire sì quando vuole dire NO!

Ecco, forse tutti i maestri che ho avuto in questi anni, i corsi di crescita personale, di PNL (Programmazione NeuroLinguistica) che mi hanno portato a lavorare oggi come Coach e Formatrice,  il lavoro stesso con i miei clienti che si rivela sempre un percorso di crescita sia per loro che per me, un arricchimento reciproco, sono serviti in questi anni e servono tuttora ad aggiungere consapevolezze su cosa va bene per me e cosa no e a compiere scelte e azioni conseguenti. Gli americani direbbero Cool! Amazing!  Ed è davvero così. Riuscire a comprendere cosa vuoi davvero, scegliere, quando e ove possibile, ciò che vedi e senti davvero allineato con chi sei tu e affrancarti da ciò che è disallineato, da qualcosa o qualcuno che produce quella reazione nella pancia che ti dice “NO! QUESTO NO!”, che è al di sotto dei tuoi standard… è un’esperienza fantastica davvero e oserei dire liberatoria.

E succede che chi ti ha sempre visto in qualche modo remissiva si sorprende, resta spiazzato. E ti chiede… che ti è successo? Come mai sei così intollerante? Stai male?

E tu rispondi “Mai stata meglio”. Sai, nel profondo, che sì un cambiamento c’è stato… ma non nel tuo essere… hai solo fatto emergere quella parte di te che c’è sempre stata e hai sempre messo a tacere… e ora la lasci parlare… le concedi lo spazio che le spetta di diritto… e se esercitare questo diritto significa anche mandare a fanculo qualcuno (sorry per l’espressione esplicita ma sicuramente più efficace!) più o meno elegantemente… non necessariamente con le parole ma anche solo con i comportamenti… va bene così. Tutto serve.

Del resto… lo avrai sentito spesso anche tu… e a volte può essere straordinariamente utile…

Buoni si nasce… cattivi si diventa!

Grazie 😉

Emanuela

Annunci

Informazioni su emanuelamazza

Emanuela Mazza, mamma di 4 figli. NLP Trainer certificata dalla NLP University Santa Cruz da Robert Dilts e NLP Coach certificato dalla Society of NLP si è formata con il co-fondatore della PNL: Richard Bandler, e con formatori di fama internazionale tra cui: John La Valle, Anthony Robbins, Owen Fitzpatrick, Philip Holt, Robert Dilts e Judith De Lozier. Autrice del libro autobiografico Quando ti svegli. Storia di un trapianto di fegato (Armando Editore). Ha un’esperienza pluriennale in diversi settori della comunicazione: radio, carta stampata, pubblicità , produzione di audiovisivi , dove si è occupata di gestione e coordinamento di progetti di comunicazione a 360 gradi in Agenzie di Pubblicità Internazionali, in RAI, Publitalia e Mediaset. Presidente dell’Associazione Amici del Trapianto di Fegato. Ha ricoperto un ruolo direttivo e organizzativo nello startup della FIRE Fondazione Italiana per la Ricerca in Epatologia è responsabile del Centro Studi sulla Comunicazione Medico-Paziente di Extraordinary. È docente in corsi per medici sulla comunicazione efficace all’Università Cattolica del Sacro Cuore, Facoltà di Medicina e Chirurgia, al Centro Nazionale Trapianti e in corsi di formazione per insegnanti con l’Assessorato alle Politiche Educative del Comune di Roma. Coach agli Stage del Tour Music Fest presso il C.E.T. Centro Europeo Toscolano di Mogol.
Questa voce è stata pubblicata in Emanuela Mazza e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...