Ascolta il tuo cuore…

Heart_Question_AnswerIl cuore ha le domande e le risposte allo stesso tempo. E’ a lui che mi rivolgo quando devo prendere decisioni, fare cambiamenti nella direzione del Mio Scopo. Faccio come diceva la canzone dei Roxette  Listen to your heart when he’s calling for you. Ed è proprio così, ti chiama, e tu puoi rispondere oppure no, puoi continuare a fare finta di niente.

Solo che anche quando fai finta di niente, prima o poi, torna a chiamarti, con quel formicolio, quel senso di inquietudine… che ti fa sentire che c’è ancora qualcosa che devi fare, che c’è il tuo viaggio dell’Eroe da intraprendere o da proseguire o da ricominciare.

Un altro livello di te e del tuo mondo da scoprire, da costruire e da migliorare.

La prima risposta, quella dell’istinto… in molti casi è no, non ce la posso fare; la prima emozione è la paura, e con lei arriva il blocco, la paralisi, l’incapacità di muovermi. Il cervello va in over-booking e mi sembra di vedere solo nebbia.

Ma il cuore mi chiama. Lo sento. E allora mi prendo uno spazio, un tempo… mi confronto prima con me… poi con i miei mentori… e faccio 5 passi importanti:

1. Ascolto le domande e le risposte del cuore. Questo mi aiuta a capire cosa voglio veramente tenendo ben presente la mia direzione, il mio scopo della vita, il mio PERCHE’.

2. Metto in fila le cose per guardarle una ad una in sequenza, per priorità. Questo mi aiuta a fare chiarezza dove prima c’era un ammasso di sagome indistinte che mi creavano solo confusione.

3. Decido di iniziare il Viaggio

4. Definisco i miei Obiettivi.

5. Agisco. Ho imparato da Anthony Robbins che quando prendi una decisione la cosa più importante è compiere un’azione immediata per assumerti l’impegno concreto e rinforzarla.

C’è una sesta cosa che non metto nell’elenco ma perché è dentro ognuno dei punti, è a monte, è durante, è dopo… c’è sempre, ed è quella che mi consente di muovermi, quella che mi consente di uscire dalla paralisi data dalla paura, è quella che, come spesso dico e scrivo, mi dà la forza il coraggio di tirare i dadi… la Gratitudine.

E non è una cosa così tanto per dire!

GRATITUDINE per

– le piccole cose, apparentemente insignificanti, che già mi aiuta a cambiare energia e paradigma quando ne ho bisogno;

– per le persone che ho intorno, amici, maestri, mentori che fanno il tifo per me e con me… che ho imparato a scegliere. Una volta ero compiacente con chiunque; oggi scelgo di avere vicino persone che mi incoraggiano nel progredire e mi allontano dai contesti che sono depotenzianti. Anche questa è stata una conquista nel tempo!

– per la voglia che ho di imparare sempre e per la mia costante curiosità che mi permette di avere l’umiltà di chiedere aiuto senza la pretesa di fare tutto da sola

– per la determinazione e la perseveranza che mi permettono di correggere il tiro, cambiare strategia e andare avanti anche quando i risultati non arrivano nei tempi sperati

– per aver capito che la cosa importante è progresso e non perfezione

La Gratitudine per essere come sono… il prodotto delle esperienze e delle cose fatte e imparate finora… in viaggio… in costante crescita… in costante progresso… felice come Coach e come Trainer di poter condividere quello che ho imparato con i miei clienti e accompagnarli nel loro Viaggio…

Questo è un momento di decisioni importanti. Ascolto il mio cuore… Il resto verrà di conseguenza.

E a te… cosa  sta dicendo il cuore? Quale viaggio ti sta chiamando a fare?

Buona giornata!

🙂 Emanuela

Annunci

Informazioni su emanuelamazza

Emanuela Mazza, mamma di 4 figli. NLP Trainer certificata dalla NLP University Santa Cruz da Robert Dilts e NLP Coach certificato dalla Society of NLP si è formata con il co-fondatore della PNL: Richard Bandler, e con formatori di fama internazionale tra cui: John La Valle, Anthony Robbins, Owen Fitzpatrick, Philip Holt, Robert Dilts e Judith De Lozier. Autrice del libro autobiografico Quando ti svegli. Storia di un trapianto di fegato (Armando Editore). Ha un’esperienza pluriennale in diversi settori della comunicazione: radio, carta stampata, pubblicità , produzione di audiovisivi , dove si è occupata di gestione e coordinamento di progetti di comunicazione a 360 gradi in Agenzie di Pubblicità Internazionali, in RAI, Publitalia e Mediaset. Presidente dell’Associazione Amici del Trapianto di Fegato. Ha ricoperto un ruolo direttivo e organizzativo nello startup della FIRE Fondazione Italiana per la Ricerca in Epatologia è responsabile del Centro Studi sulla Comunicazione Medico-Paziente di Extraordinary. È docente in corsi per medici sulla comunicazione efficace all’Università Cattolica del Sacro Cuore, Facoltà di Medicina e Chirurgia, al Centro Nazionale Trapianti e in corsi di formazione per insegnanti con l’Assessorato alle Politiche Educative del Comune di Roma. Coach agli Stage del Tour Music Fest presso il C.E.T. Centro Europeo Toscolano di Mogol.
Questa voce è stata pubblicata in Emanuela Mazza e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...