Tra giusto e sbagliato… incontriamoci là.

Out beyond ideas

“Al di là delle idee di ciò che è giusto fare e ciò che è sbagliato

c’è un campo. Ti incontrerò lì.”

Rumi

Sono giorni, ma che dico, forse è una vita che rifletto su questo argomento. Negli ultimi giorni alcuni eventi hanno fatto sì che mi ci concentrassi più del solito.

Cosa è giusto… cosa è sbagliato? Da quando ho conosciuto e iniziato a studiare la PNL – programmazione Neuro-Linguistica ho imparato che ognuno ha la sua mappa, che ognuno in base a quello che vede, sente… la racconta a se stesso e agli altri. Ed è proprio così. Quando due persone discutono, ascolti la versione di uno e in fondo, dal suo punto di vista ha ragione. Poi ascolti l’altro e, anche lui, dal suo punto di vista, ha ragione. E non c’è proprio niente di strano in questo.

Francois De La Rochefoucauld diceva “Le liti non durerebbero mai a lungo, se il torto fosse da una parte sola.” Per questo esiste la negoziazione, e io nel mio lavoro di Coach aiuto le persone anche nella gestione dei conflitti. E il segreto è sempre lo stesso: alzare il livello del terreno della contesa e trovare uno spazio, un tempo, un terreno comune dove incontrarsi.

Quando penso una cosa, e penso sia giusta, funzionale ed efficace, mi aspetto che le persone intorno a me condividano lo stesso entusiasmo, la stessa visione e agiscano e reagiscano con lo stesso mio grado di energia, di tempismo. Solo che poi mi rendo conto, un secondo dopo, che il mio passaggio tra il pensare e agire è stato rapido, forse troppo per l’altro o, quantomeno, non condiviso.

Mi torna in mente l’immagine di quando ero giovane, studentessa universitaria o ai primi passi nel mondo del lavoro, quando ricevevo degli input che in quel momento non coincidevano con i miei, con le mie priorità… con le cose su cui mi stavo concentrando in quel momento. Io, in effetti, testarda fin da piccola, andavo dritta per la mia strada… e tutto sommato non sono cambiata tanto!

E allora, oggi, quando mi trovo in situazioni simili, in qualche caso magari nel ruolo di chi ora li dà gli input,  ai figli, ai clienti, ad un amico… io ho la mia mappa, i miei tempi di reazione, le mie motivazioni. E loro hanno le loro. Mi rendo conto che funziona solo quando io stessa cerco quello spazio e quel terreno comune, quando c’è quello sguardo e quell’ascolto all’altro, uscendo dal mio terreno, quello in cui mi muovo di certo più comodamente. La strategia ha qualcosa in comune con quella che già mi torna utile in altre occasioni: fermarmi… contare fino a 10… chiedermi qual è la mia parte sulla quale posso correggere il tiro… Cosa sto facendo per cui non sto andando al passo con l’altro… Questo mi dà almeno la possibilità di cambiare strategia… il risultato non è garantito ma sempre, almeno, cambia la mia energia e di conseguenza l’energia che arriva all’altro. Cambia che posso dire ogni volta di aver imparato qualcosa… su di me e sull’altro.

Quindi? Cosa è giusto? Cosa è sbagliato? Né l’uno né l’altro…

Tra giusto e sbagliato… c’è un mondo tutto da scoprire, da costruire e da condividere. Incontriamoci là.

Grazie!

Emanuela

Annunci

Informazioni su emanuelamazza

Emanuela Mazza, mamma di 4 figli. NLP Trainer certificata dalla NLP University Santa Cruz da Robert Dilts e NLP Coach certificato dalla Society of NLP si è formata con il co-fondatore della PNL: Richard Bandler, e con formatori di fama internazionale tra cui: John La Valle, Anthony Robbins, Owen Fitzpatrick, Philip Holt, Robert Dilts e Judith De Lozier. Autrice del libro autobiografico Quando ti svegli. Storia di un trapianto di fegato (Armando Editore). Ha un’esperienza pluriennale in diversi settori della comunicazione: radio, carta stampata, pubblicità , produzione di audiovisivi , dove si è occupata di gestione e coordinamento di progetti di comunicazione a 360 gradi in Agenzie di Pubblicità Internazionali, in RAI, Publitalia e Mediaset. Presidente dell’Associazione Amici del Trapianto di Fegato. Ha ricoperto un ruolo direttivo e organizzativo nello startup della FIRE Fondazione Italiana per la Ricerca in Epatologia è responsabile del Centro Studi sulla Comunicazione Medico-Paziente di Extraordinary. È docente in corsi per medici sulla comunicazione efficace all’Università Cattolica del Sacro Cuore, Facoltà di Medicina e Chirurgia, al Centro Nazionale Trapianti e in corsi di formazione per insegnanti con l’Assessorato alle Politiche Educative del Comune di Roma. Coach agli Stage del Tour Music Fest presso il C.E.T. Centro Europeo Toscolano di Mogol.
Questa voce è stata pubblicata in Emanuela Mazza e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...